#12 Tavoli di Design dalle Collezioni 2023

29/05/2023 |
12 Tavoli di Design dalle Collezioni 2023
12 Tavoli di design presentati al Salone del Mobile 2023 per una zona dining di impatto

Se il divano è il re della zona living, nella sala da pranzo è il tavolo a farla da padrone. Al suo cospetto sedie e mobili contenitori (madie e credenze) che completano l'area dining e si adattano allo stile dell'arredo che per antonomasia assolve più funzioni di tutti: è quello più "social" perché fa riunire intorno ad esso amici e parenti, ma permette anche di svolgere attività in solitaria come un hobby.

Che sia dunque una postazione pratica per lo smart working o un accogliente piano per i compiti, il tavolo è decisamente multitasking. E tra le sue peculiarità vi è quello di monopolizzare l'attenzione grazie alla propria presenza scenografica, indipendentemente se amate il design minimal o quello più raffinato.

L'offerta sempre più ampia di forme dei piani, finiture preziose, basamenti scultorei e superfici insolite consente di creare ambienti della zona da pranzo altamenti personalizzati e di forte impatto.

Ecco la nostra selezione di tavoli di design per il 2024 in grado di coniugare estetica, originalità e funzionalità.

1. Mateo - Molteni&C

Mateo è il nuovo tavolo di Molteni&C firmato da Vincent Van Duysen e presentato al Salone del Mobile.Milano 2023.

Destinato a diventare un pezzo iconico, Mateo incarna perfettamente lo stile contemporaneo nella zona dining. Dall'allure scultorea essenziale, Mateo si contraddistingue per la base tondeggiante che diventa svasata verso il basso: scelta dettata da esigenze non solo estetiche ma anche tecniche; la forma infatti garantisce maggiore stabilità e solidità.

La base conica è disponibile nella versione circolare e ovale. Mateo è proposto in varie finiture, dall'essenza alle nuovissime superfici laccate lucide come l’intenso Pine Green e il morbido Bianco Mandorla.

Il direttore creativo ha spiegato che l'ispirazione di Mateo è nata dall'area hospitality del nuovo Padiglione di Molteni&C, nella sede aziendale. 

E, proprio come lo spazio del quartier generale del brand, Mateo intende essere l'emblema dell'ospitalità italiana, tra eleganza e calore.

2. Monolith - Poliform

Decisamente monumentale e scultoreo: è il Monolith di Poliform disegnato da Emmanuel Gallina che reinterpreta in chiave contemporanea le linee del dolmen impreziosendolo con materiali preziosi. 

Nella versione con il piano nella stessa finitura della base, il tavolo di Poliform acquisisce un aspetto monolitico. I materiali con cui personalizzare Monolith sono: olmo nero e marmo travertino, calacatta, essenza laccata.

3. Botòn - Bonaldo

Botòn è il nuovo tavolo 2023 di Bonaldo dal nome evocativo che indica bottone in spagnolo. Sono proprio gli inserti in metallo che si notano sul basamento del tavolo a conferire un dettaglio decor al complemento e a creare un contrasto piacevole con il materiale scelto, il cristallo.

Botòn è, infatti, interamente realizzato in vetro fuso temperato, dall'inedita texture materica che ricorda le increspature del mare, rendendo, di fatto, il tavolo il protagonista indiscusso della zona dining.

Il piano è a botte, mentre il basamento è connotato da due gambe formate a loro volta da una coppia di fogli in vetro che si aprono verso l'esterno e creano un angolo con funzione strutturale per il tavolo.

4. Bol - Zanotta

Bol è il tavolo di Zanotta progettato dallo studio Zaven e focalizzato sul concetto di modularità. Bol è infatti concepito per dare vita ad una piccola collezione che include due tavoli con piano circolare e due con piano ovale grazie alla base strutturale di forma cilindrica: un modulo da utilizzare singolarmente o multiplo in configurazoni con due gambe asimmetriche a seconda del piano che si sceglie.

Bol è un tavolo inedito anche per l'impiego delle tonalità proposte: il talco, verde alga e caramello. Il top è sempre opaco, mentre la base può essere opaca, laccata lucida o metallizzata della stessa nuance del piano creando un interessante gioco di ombre e riflessi.

5. Atlantis - Riflessi

Atlantis è il tavolo di Riflessi dallo stile essenziale impreziosito dal mix di materiali differenti: la ceramica del piano che conferisce al tavolo eleganza e resistenza e il metallo delle gambe che garantisce resistenza e fascino senza tempo. Atlantis è il perfetto connubio tra estetica e funzionalità grazie alla possibilità di estensione composto da un'allunga unica a libro della stessa finitura del piano con continuitò della texture.

Altamente personalizzabile grazie all'ampia gamma di finiture disponibili.

6. Hoa - Lago

Hoa è il nuovo tavolo di Lago dal design organico. Svincolato da un'estetica rigorosa, Hoa è disponibile in due forme: sagomata e l'altra a goccia; mentre le gambe, in finitura peltro steel, sempre connotate dai tratti gentili, cambiano la loro disposizione a seconda della misura del tavolo che si sceglie. Il piano può essere personalizzato nei colori laccati lucidi o opachi della gamma Lago, finiture XGlass come la nuova Geode proposta in foto.

7. Scott - Cattelan Italia

Scott è la nuova famiglia di tavoli firmata Cattelan Italia e segna un'altra tappa nel percorso del brand alla ricerca e sperimentazione degli arredi dal piglio scultoreo.

L'arte della scultura non viene presa solo come ispirazione estetica, ma il marchio attinge anche alle tecniche moderne di lavorazione di quest'arte così antica e le applica ai propri processi di produzione.

Scott è un tavolo monumentale, dalla forte presenza scenica, da contemplare proprio come se fosse un'opera d'arte. La base centrale si rivela ricca di dettagli: due lastre in metallo si incontrano e si sovrappongono per formare un interessante sormonto che ricorda il colletto di una camicia. Il risultato è un tavolo dove il basamento solido si bilancia perfettamente alla leggerezza del piano in ceramica effetto marmo (Scott Keramik) o in legno (Scott Wood).

Nella collezione Scott viene introdotta anche una nuova finitura per la base: Oxybrass, un ottone ossidato interamente spazzolato a mano con un effetto degradè che scurisce verso terra.

8. Folio - De Castelli

Folio, novità De Castelli presentata al Salone del Mobile.Milano 2023 è un tavolo dal design razionale dove i volumi puri enfatizzano la materia, fulcro della ricerca del brand. Folio è realizzato con lastre di ottone in spessore poste su piani paralleli.

Elogio al minimalismo, in Folio si genera un sofisticato gioco di ombre delle lastre equidistanti del basamento, in contrapposizione con la luce riflettente del piano.

9. Bottega - Kristalia

Bottega è il nuovo tavolo di Kristalia dall'estetica estremamente minimale, in perfetto stile giapponese, come il designer che l'ha disegnato: Kensaku Oshiro. Elogio alla funzione e alla sottrazione, Bottega omaggia l'utilità e il cavalletto di legno - oggetto che si trova nei laboratori degli artigiani - di cui la base ha le fattezze, ne è la perfetta allegoria.

La struttura di Bottega è in frassino, mentre il top è in legno, vetro o gres, in forma rettangolare o ovale.

La struttura in frassino, solida ed elegante, è caratterizzata da una sorprendente leggerezza visiva.‎ Il piano è disponibile in legno, vetro o gres, sia di forma rettangolare che ovale.‎

10. Maxi Clay - Desalto

Clay Maxi di Desalto è la novità del Salone del Mobile.Milano 2023 e, come indica il nome, raggiunge dimensioni notevoli con un piano ovale di 3,5 metri. Clay Maxi osa sfidare ulteriormente la gravità in un equilibrio che sembrerebbe instabile dato dai due coni che si incontrano ai propri vertici e fungono da base e top, rendendo questo tavolo una scultura iconica ormai.

Disponibile sempre nelle finiture spatolate materiche, Clay Maxi amplia anche il suo contesto d'impiego: può infatti essere utilizzato anche in ambienti contract.

11. Thierry - Kartell

Thierry è la collezione di tavoli di Kartell progettata da Piero Lissoni caratterizzata da piano in vetro e gamba in metallo. Al Salone del Mobile.Milano 2023, Thierry assume tinte vivaci con colori a contrasto che virano dal bordeaux, al blu mare fino al sempreverde Grigio fumo di Londra.

Lissoni ha spiegato che questa esplosione cromatica che invade i tavoli Thierry viene da un pensiero di Paul Cezanne ovvero: la "luce è una cosa che non può essere riprodotta ma deve essere rappresentata attraverso un’altra cosa, attraverso il colore".

Thierry è una proposta dining che dona carattere e brio a qualsiasi spazio, accendendolo con colore.

12. Rock Table Maxi - MDF Italia

Rock Table Maxi è l'evoluzione del celebre tavolo di MDF Italia disegnato da Jean Marie Massaud. Dal top dalla forma inedita, ovvero un rettangolo dagli angoli smussati, Rock Table Maxi risulta ancora più invitante e accogliente facilitando l'interazione proprio grazie a questa operazione di "ingentilimento" degli spigoli.

Il piano è in legno di rovere sbiancato, tinto marrone e noce canaletto, per la versione indoor, e un top in cemento per quella outdoor, è sorretto dal basamento in cemento alleggerito.

Rock Table Maxi ha un sapore industriale ma non accentuato. Rimane discreto, adattandosi perfettamente a qualsiasi living.

Gli articoli più letti

5 Colori per l'Arredo nel 2022

Quali sono i colori di tendenza per l'arredamento nel 2022? Scopriamo insieme le tonalità in voga e come abbinarle per un progetto d'architettura d'interni.

Camilletti Tips
Tavoli: quali scegliere?

Sua maestà il tavolo. Protagonista indiscusso della sala da pranzo, il tavolo è in grado di definire

Camilletti Tips
Come illuminare la zona giorno

Come illuminare la zona giorno in modo funzionale e allo stesso d’impatto? Cerchiamo di far luce sull’argomento con questo nuovo articolo del team di interior designer di Arredamenti Camilletti!

Camilletti Tips