#Outdoor 2020: I Nuovi Materiali per l’Arredo da Esterni

25/06/2020 |
Outdoor 2020: I Nuovi Materiali per l’Arredo da Esterni
Il mondo dell’arredo da giardino è in continua evoluzione e guarda sempre di più al comfort del living di casa, combinando con performance. In questo articolo i materiali più utilizzati per l’outdoor

Arredi da Esterni: Guida ai materiali

Una cosa è certa: la reclusione forzata dovuta all’emergenza Covid-19 ha fatto nascere nuove necessità abitative e di arredamento. Una tra tutte è sicuramente quella di avere un’area adibita per lo smart working, un ufficio domestico confortevole ricavato in un angolo del living o, meglio ancora, in una stanza a parte. Un’altra esigenza è quella legata ad uno spazio outdoor; poco importa se sia un giardino, un piccolo scoperto o un balcone in città: vivere e trascorrere qualche ora di relax en plein air a casa propria è diventato ancora più importante.

La scelta degli arredi per una zona “a cielo aperto” è cruciale perché deve rispondere a diversi fattori come le performance dei materiali e le soluzioni estetiche in grado di rispondere a situazioni di convivialità e momenti di svago.

varaschin

I Materiali: tra nuovi intrecci, legni pregiati e tessuti waterproof

Quando si parla di arredi outdoor, la scelta del materiale è un elemento di fondamentale importanza in quanto va considerato che un mobile all’esterno è esposto alle intemperie e sbalzi di temperatura.

Se il legno è il materiale eletto per questioni estetiche, meglio preferire un teak, pregiato per natura e dalle innate proprietà di durevolezza e resistenza agli agenti atmosferici. Non teme muffe e infiltrazioni d’acqua. Non ha bisogno necessariamente di un trattamento (in questo caso, negli anni, assumerà un colore grigiastro che dona un effetto vintage) ma in caso vogliate rimuovere le impurità, sarà opportuno pulire la superficie con un teak cleaner. Il teak e l’iroko resistono a qualsiasi tendenza e anche per l’estate 2020 sono tra le preferenze principali di architetti e committenti, dando un effetto in sintonia con la natura.

Resiste anche il legno di Acacia, un evergreen dell’arredo giardino in quanto è flessibile e per questo ideale per l’arredo da esterni pieghevole.

minotti_quadrado
potocco

L‘ acciaio è un altro materiale ricorrente nella produzione degli arredi da esterni. In lega di ferro e con una minima percentuale di carbonio trattata per resistere agli agenti atmosferici con processo di zincatura anticorrosione, l’acciaio è funzionale, robusto e si apre a libertà stilistiche grazie alla possibilità di essere verniciato nella finitura opaca o lucida garantendo alte performance.

Versatile per antonomasia, l’alluminio è uno dei materiali più in linea con le ultime tecnologie di produzione, riuscendo a combinare design e performance. Tra le proprietà dell’alluminio spiccano solidità, resistenza alle intemperie e alla ruggine, praticità e leggerezza. Uno dei brand che hanno fatto dell’alluminio la materia di elezione per le proprie linee è Fast, online sulla nostra sezione shop.

Nell’ampio ventaglio dei materiali hi tech per l’outdoor non mancano poi il mondo degli intrecci del rattan e midollino che rimandano alla tradizione, sempre meno presenti per lasciare spazio a fibre e corde sintetiche. Il sapore resta quello tipicamente artigianale dei materiali naturali e sono più resistenti all’acqua e al sole, con una manutenzione decisamente minima. Il polipropilene, in tal senso, è impiegato sia per la struttura sia per la fibra con risultati sorprendenti in termini di impermeabilità e resistenza allo sporco. Risultati sorprendenti e inediti che fanno sì che l’intreccio sia una delle tendenze principali del 2020.

paola_lenti
beb_italia
bb_italia

La ricerca degli ultimi anni sul mondo degli imbottiti e dei tessili per esterno ha reso possibile una nuova stagione di comfort per l’outdoor: se prima il relax inteso nel senso più ampio del termine era appannaggio solo del living, ora il salotto esterno regala le stesse forme avvolgenti e comode di un divano da interni, con rivestimenti confortevoli dalle infinite tonalità cromatiche e waterproof.

kettal

Il design orienta sempre più il proprio sguardo verso il tema della sostenibilità, cercando materiali in grado di coniugare performance e minimo impatto ambientale. In quest’ottica si inseriscono intrecci e rivestimenti ricavati con filati in plastica riciclata o alluminio riciclabile che garantiscono la stabilità del colore ai raggi UV.

Un altro filone del design outdoor prevede nessun limite alla creatività! Ecco allora che i tipici gonfiabili da piscina si elevano a sedute di poltrone e divani. Così, gli arredi imbottiti diventano…gonfiabili! Ma oltre il lato ironico c’è di più: viene impiegato un PVC ad alta resistenza che può sorreggere fino a 300 kg di peso ed è resistente ad urti e graffi. Abbinati a strutture in legno o alluminio, i complementi gonfiabili sono concepiti per proteggersi dai raggi UV. E anche all’interno della casa arredano con originalità!

Gli articoli più letti

Tavoli: quali scegliere?

Sua maestà il tavolo. Protagonista indiscusso della sala da pranzo, il tavolo è in grado di definire l’identità della zona giorno.

Camilletti Tips
Come illuminare la zona giorno

Come illuminare la zona giorno in modo funzionale e allo stesso d’impatto? Cerchiamo di far luce

Camilletti Tips
Come Arredare l’Ingresso

L’ingresso così come il corridoio sono le aree della casa che a volte vengono trascurate lasciando la creatività progettuale alle stanze principale degli spazi dell’abitare. Nulla di più sbagliato!

Camilletti Tips